Ammetto di essere molto sensibile al fascino degli alberghi belli e dormire al Mamilla Hotel di Gerusalemme è stata una delle esperienze più piacevoli tra i tanti soggiorni dei miei viaggi all’estero.

Il Mamilla Hotel di Gerusalemme è considerato tra i 100 migliori alberghi di lusso al mondo e non a torto perché è davvero un piacere soggiornarvi. Sorge nel cuore di Gerusalemme, a due passi dalla porta di Giaffa e dalla città vecchia, e affaccia su Mamilla Avenue, la via dello shopping più cool in città.

È il frutto della collaborazione tra l’architetto Moshe Safdi e l’interior designer Piero Lissoni, che hanno dato vita ad un design che fonde raffinatezza e semplicità con una perfetta illuminazione, colori e aspetto accoglienti.

Il Mamilla Hotel affianca le spettacolari vedute e i divertimenti di questa antica città con un approccio fresco e moderno all’ospitalità che riflette e anticipa le attese e i bisogni di una clientela esigente e abituata a viaggiare. Combina il calore della cultura locale con le ultime tendenze nell’ambito del lusso, con l’obiettivo di permettere all’ospite di vivere un’esperienza genuina, rilassante e piacevole.

L’hotel offre una scelta di ristoranti, tra cui il Mirror Bar, un ambiente trendy con musica dal vivo e una brasserie stagionale con vista sulla città. Il Mamilla Café serve invece specialità locali.

Le camere dell’Hotel Mamilla, in stile moderno, sono dotate di TV LCD e lenzuola in puro cotone egiziano. Alcune sistemazioni sono dotate di bagno con parete in vetro trasparente, che può essere accesa o spenta. Tra le 194 stanze, si contano monolocali, suite, triple e stanze comunicanti per famiglie numerose.

Il moderno Akasha Wellness Centre comprende una spa e una piscina coperta. In loco troverete anche una sauna, una sala fitness e il servizio massaggi.

Per la sua vicinanza a tutti i principali punti di interesse di Gerusalemme, è l’hotel perfetto per chi sceglie di muoversi solo a piedi.

Infine, come non citare la terrazza panoramica all’ultimo piano con vista sulle mura della città vecchia, la Torre di David e la porta di Giaffa, dove è possibile fermarsi a sorseggiare un drink o concedersi una indimenticabile cena da mille e una notte.

Commenti

commenti