DSC00207

Quest’anno il 4 luglio, giorno della festa dell’Indipendenza degli Stati Uniti d’America, ci sarà anche qualcos’altro da festeggiare: la riapertura al pubblico della Statua della Libertà, che ritornerà a far parte delle mete irrinunciabili per i turisti di tutto il mondo. I dati parlano di quasi 4 milioni di presenze all’anno e un giro d’affari che si aggira sui 180 milioni di dollari.

new york gio e fla (171)

 

Chiuso per effettuare lavori di messa in ordine del sito, a seguito dei danni provocati dal passaggio dell’uragano Sandy durante lo scorso mese di ottobre, la riapertura è stata più volte rimandata a causa dei danni ai sistemi di sicurezza dell’isola. Ora, però, l’annuncio della sua riapertura, per la gioia di tutti coloro che visiteranno New York questa estate. Resta ancora da capire, invece, quando riaprirà Ellis Island, la piccola isola vicina, sede del museo dell’immigrazione. Qui oltre un milione di reperti storici e documenti vari sono stati trasferiti altrove per evitare un loro danneggiamento.[banner][sz-youtube url=”http://www.youtube.com/watch?v=Qyr04CI4YWc” /]

Con i suoi 93 metri d’altezza la Statua della Libertà, progettata da Frèdèric Auguste Bartholdi e realizzata in collaborazione con Gustave Eiffel, svetta sul fiume Hudson con la sua struttura in acciaio e rame che poggia su un basamento in granito. La statua fu progettata in Francia, poi, dopo essere stata smontata, fu trasportata oltreoceano e riassemblata pezzo per pezzo a New York. Fu inaugurata ufficialmente il 28 ottobre del 1886. Tra le sue tante funzioni, prima di diventare simbolo indiscusso di New York, c’è stata quella di essere usata come faro.

Numerosi sono i simboli che la caratterizzano: la fiaccola che porta in alto fiera, rappresenta il fuoco della libertà, mentre il libro che tiene nell’altra mano porta incisa la data del 4 luglio 1776, giorno dell’Indipendenza Americana. La sua corona a sette punte rappresenta i sette mari e i sette continenti.

new york gio e fla (169)

DSC03310

DSC03309

[banner network=”adsense” type=”default”]

Commenti

commenti