Non è facile trasmettere la gioia e la meraviglia che si prova nel visitare la Foresta Umbra. Situata nel cuore del Parco Nazionale del Gargano, a circa 800 metri di altitudine, la Foresta Umbra è considerata il più grande polmone verde della Puglia e tra i luoghi più importanti in Italia per la sua biodiversità. Il Gargano, infatti, detiene il 40% della flora italiana e il 70% degli uccelli nidificati nel nostro paese.

Contenuto bloccato fino all'accettazione dei cookie.
Per visualizzarlo, esprimi il tuo consenso cliccando qui e ricarica la pagina.

Il suo nome non ha nulla a che vedere con la Regione Umbria ma deriva dal latino “cupa”, “ombrosa”, in quanto, essendo molto fitta, lascia passare poca luce. D’altronde, negli oltre 10.500 ettari di foresta, si trovano alberi con oltre mille anni di vita ed alcuni che raggiungono i 40 metri di altezza, con diametri anche di un metro. Passeggiando all’ombra delle sue faggete vetuste, dichiarate nel 2017 Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, vi imbatterete in numerose specie arboree come, ad esempio, un bellissimo tasso di oltre 800 anni, ed animali come volpi, cinghiali e caprioli.

foresta umbra

Visitarla in autunno, con la magia del foliage al suo massimo, è un’esperienza ancora più emozionante. Resterei per ore ad osservare le foglie pregne di quei colori sgargianti come il rosso o l’arancione che scendono giù dai rami ormai secchi. Ascoltare il loro rumore è pura poesia.

foresta umbra

Molto scenografico il piccolo lago con il pontile in legno che si affaccia sullo specchio d’acqua. Si tratta di una dolina carsica – una conca chiusa – colmata dall’acqua che affiora per effetto del carsismo. Se lo guardate dall’alto con le foto scattate col drone, infatti, non si vede alcun corso d’acqua in entrata o in uscita.

foresta umbra

foresta umbra

All’interno della Foresta Umbra, oggi riserva naturale gestita dal Reparto Biodiversità dei Carabinieri, esistono numerose aree attrezzate per pic-nic e percorsi di trekking ben definiti. In particolare, vi segnalo il sentiero “Caritate – Sfilzi”, tempo di percorrenza tre ore, ed il sentiero “Laghetto d’Umbra – Falascone”, tempo di percorrenza un’ora.

Le specie botaniche presenti nella Foresta Umbra

Insieme alle citate faggete vetuste, sono oltre 2.000 le specie botaniche presenti all’interno della Foresta Umbra. Si possono osservare quercete di Cerro, specie nobili come l’Acero o il Carpino bianco, esemplari di Lecci e di Pino d’Aleppo. Presenti, poi, l’Agrifoglio, il Ginepro e ben 65 tipi di Orchidee selvatiche. Un vero paradiso per tutti gli amanti del verde e per chi cerca riparo dal caos cittadino.

foresta umbra

Commenti

commenti