12359314_10206960946296593_1289437315_oCiao Rosalba, come scritto anche nel titolo, ti considero la migliore e più seguita cruise blogger in Italia, raccontaci un po’ quando e come nasce questa tua passione per il mondo delle crociere.

Ciao Luca, innanzitutto grazie per la tua considerazione, spero di meritarmela. La mia passione per le crociere nasce in un triste e piovoso novembre del 2004, l’impellente desiderio di viaggiare si faceva sentire ma non stavo al meglio fisicamente, ero quindi in cerca di un viaggio rilassante, ma nello stesso tempo appagante. Insieme a mia sorella, optammo per una crociera su Costa Romantica, che ci avrebbe portate in Egitto, Turchia e Grecia nell’arco di 12 giorni. Già questo, per una viaggiatrice come me, aveva dell’incredibile, trovarmi sotto la Sfinge, dopo poco in un anfiteatro romano ad Antalia a Marmaris sotto alle Tombe Rupestri e ad Atene sul Partenone, in uno spazio temporale così breve, mi stregò a tal punto da prenotare immediatamente un’altra crociera, volevo partire da Genova attraversare l’Oceano Atlantico e raggiungere l’America!! La cosa straordinaria è stata che nonostante il lungo viaggio, non mi sono solo rilassata, ma mi sono sentita talmente bene da non riuscire quasi a pensare ad altro.
Nella scelta dei miei viaggi, avevo sempre optato per soggiorni lunghi, che mi permettessero di approfondire e immergermi sia nello spirito dei luoghi che di coloro che vi vivevano. Effettuare una crociera non consente di approfondire le località di scalo, ma di farci un’idea ed eventualmente ritornare nei luoghi che abbiamo preferito, si! Due formule di vacanza di assoluto rispetto.

Hai fondato un sito Liveboat dedicato esclusivamente alle crociere, quanto è difficile portare avanti un’iniziativa del genere?

Quando è nato Liveboat 6 anni fa, a spingermi è stato il continuo desiderio di comunicare e di condividere le mie emozioni con chi, come me, amava viaggiare in crociera.
Dovrei partire da molto lontano a raccontarti, ti dico solo che da ragazzina ero un’appassionata CB, mi piaceva collegarmi e chiacchierare via etere con altre persone, già allora mi affascinava avere amici virtuali con un nikname. Soprattutto per me era importante riuscire a collegarmi piu’ lontano possibile, dall’altra parte del mondo, per esempio in Australia o in Sud America, era bellissimo contattare persone con la mia stessa passione, così sconosciuti ma allo stesso tempo vicini a me. Ci scambiavamo cartoline postali a conferma dell’avvenuto collegamento e tra amici CB ci si vantava dei nostri trofei. Quando compresi che in fondo un computer non era unicamente uno strumento di lavoro, ma bensì anche un mezzo di comunicazione, mi si è aperto un mondo e da lì è nato poi Liveboat. Piu’ precisamente Liveboat Crociere in Diretta. Il mio forum nasceva dal nulla e si doveva confrontare con altre realtà già consolidate, serviva che avesse una sua specifica identità e la diretta dalle navi fu l’idea che aiutò a lanciarlo. Ebbi però anche un’altra giusta intuizione: quella di collegarlo fin da subito ai maggiori social network e ad intrecciare i miei contenuti a quelli dei gruppi o le pagine che gestivo, sempre dedicate al mondo crociere. Un lavoro immenso, fortunatamente mi potevo permettere di restare molte ore al PC, mi spingeva a superare ogni nuova difficoltà la mia voglia di vincere innata ed il piacere di gareggiare. Naturalmente non sarei riuscita a fare tutto ciò senza i validi amici e collaboratori che mi sono al fianco, alcuni fin dagli esordi come Adriano co-amministratore.
E’ molto complicato gestire un portale come Liveboat, serve saper fare tante cose, avere conoscenza di informatica, sapersi destreggiare coi programmi fotografici, nel mio caso anche saper girare e montare i video che realizzo sulle navi che visito, in crociera o durante le conferenze stampa. La cosa piu’ difficile in assoluto, però, è avere a che fare con le moltissime persone che popolano i gruppi, le pagine ed il forum. Moderare non è semplice, bisogna essere portati, ho persone che provengono da molte parti del mondo, tutte come ai tempi nei quali non mi separavo mai dal mio” Baracchino ” da CB, con un’unica grande passione.

rosalba scarrone cruise blogger (4)

So che sei molto apprezzata oltre che dai tuoi lettori, anche dai responsabili delle varie compagnie…che effetto ti fa ricevere questi riconoscimenti?
Sapessi come è stato difficile arrivare a farsi conoscere ed apprezzare!! Oggi lo è molto meno, perchè il web ha preso piu’ piede e valore, tutti sanno che è su internet che gira il mondo ed il commercio, 6 anni fa era ancora la televisione che la faceva da padrona. Ci venivano negate anche semplici visite nave, che servivano poi a raccogliere contenuti da pubblicare (su Liveboat non pubblichiamo foto prese da altri siti ), erano molti i no che ricevevo, rispetto ai pochi ma gratificanti si. Ci sono state, però, persone che intendendosi di web, hanno creduto in me e non solo in me, che hanno spinto affinchè il lavoro di noi amministratori di siti o forum venisse giustamente considerato. Desidereri citare un amico su tutti, Federico Sisinni oggi Loyalty Marketing Manager di Costa Crociere, che per primo ha istituito il premio Best Community on line. Insomma nella vita ci vuole sempre un angelo custode. Ora la mia soddisfazione è veramente grande perché difficilmente trovo una porta chiusa, ma credo che a questo abbia contribuito la serietà e l’onestà intellettuale con la quale svolgo il mio lavoro.

Quante volte sei stata in crociera?

Ho effettuato 53 crociere su differenti itinerari, per anni ho sempre scelto le lunghe traversate, verso il Brasile, oppure i Caraibi, il Medio Oriente, l’India, le Maldive, New York e Canada oppure come l’estate scorsa fino alle isole Svalbard, a poche miglia dal Polo Nord. Alcune di queste crociere le ho ripetute, tanto che mi sono piaciute ed hanno contribuito a far crescere la mia voglia di andar per mare, ogni volta che scendo da una nave spero di salire presto su un’altra.

Quando c’è stata la svolta da amante delle crociere a cruise blogger?

Solo dopo aver acquisito molta esperienza sia di viaggi che di crociere, a mio avviso, ci si può definire specialisti del settore. Delle crociere amo molto anche l’aspetto che riguarda il servizio a bordo, forse non sai che sono nata in un albergo e mi porto dietro il retaggio culturale della mia famiglia, albergatori da tre generazioni. Il sistema crociera mi affascina moltissimo, quando viaggio ne studio ogni aspetto e per me è molto interessante scoprire le differenze e le peculiarità delle varie Compagnie. All’interno del sito www.liveboat.it ho il mio blog, dove scrivo le mie recensioni o articoli, credo quindi di potermi definire oltre che amministratore di Liveboat anche una cruise blogger.

Non ti chiedo la tua compagnia preferita perché magari non è carino nei confronti delle altre, allora ti chiedo qual è il tuo itinerario preferito?
Fino ad ora la mia rotta preferita è stata quella da e verso il Brasile in traversata atlantica, clima stupendo anche in pieno inverno, città antiche molto vivaci e differenti tra loro in molti aspetti, spiagge incantate e a Rio il paesaggio naturale piu’ bello del mondo. Solo chi è salito al Corcovado può comprendere la mia affermazione. Ho fatto tre di queste traversate di 20 giorni, ma nel prenotare l’ultima, ho sentito la necessità di approfondire e a quel punto non bastandomi più un solo giorno a Rio, ho scelto di aggiungere un soggiorno di 8 notti a fine crociera. Viaggio stupendo!

rosalba scarrone cruise blogger (2)

Guardando indietro al passato, avresti mai pensato di vivere tutte queste esperienze?
Pensa Luca che in passato, mentre la mia famiglia partiva in crociera, io non mi univo a loro, ritenevo che questa formula di viaggio non facesse per me, restavo a casa col nostro cagnolino e al loro ritorno partivo io con mio marito verso mete esotiche, come l’Oriente, l’Africa o i Caraibi. Quindi la risposta è no, non avrei mai immaginato di diventare poi una cruise blogger.

C’è una nave o un itinerario che ancora non hai sperimentato e che ti stuzzica?
Ci sono ancora molti itinerari di crociera che non ho effettuato, molti di questi toccano però paesi che ho visitato come viaggiatrice e non come crocierista. Il sogno nel cassetto? Una crociera in Antartide.

Negli ultimi tempi sul mio sito World Trips, ho cominciato ad occuparmi di crociere, un mondo al quale mi sono davvero appassionato. Che consiglio mi daresti?
Il mio consiglio è di renderti unico, di pensare ad un nuovo modo di comunicare la tua passione. Sono in molti che col boom delle crociere si stanno appassionando a questo mondo, omologarti, non potrà esssere vincente. Osa.

Oltre alle crociere, ti piacciono altre forme di viaggio?
Certo che sì!! Fosse per me sarei sempre pronta a partire! Ritengo da sempre che il patrimonio culturale e l’arricchimento personale che ti può offrire la scoperta del mondo non ha eguali! Non ho mai rimpianto un centesimo dei soldi spesi per i viaggi. Ah, non mi piacciono i viaggi avventura, da buona crocierista, amo le comodità.

Quale sarà la tua prossima crociera?

Sto per iniziare una nuova avventura, raggiungerò Dubai, dove partirò con MSC Musica per una crociera negli Emirati e Oman. Non è la prima volta che effettuo questa tratta, ma ora visiterò anche Kashab ed aggiungerò una stellina alla mappa dei luoghi da me visitati!
Sai che la prima volta che sono stata a Dubai avevo 22 anni? Era solo un’enorme deserto, dove spiccavano i moltissimi pozzi di petrolio con le loro lingue di fuoco, c’era un grande aeroporto realizzato interamente in marmo di Carrara, dove al posto delle mouquettes giacevano stesi moltissimi tappeti persiani. Decisamente un altro mondo. Oggi è molto diversa, ma è stato bello perchè negli anni l’ho vista crescere e da immenso deserto trasformarsi in cantiere, per poi diventare una New York nella sabbia.

Un grazie immenso a Rosalba per essersi raccontata così a cuore aperto con la gentilezza e l’umanità che da sempre la caratterizzano. Spero vi abbia affascinato come ha affascinato me e mi auguro di re-incontrarla presto, magari su una nuova nave da crociera!

rosalba scarrone cruise blogger (3)

Commenti

commenti