Uragano Phailin

Uragano Phailin

Si è tenuta stamattina presso la sede dell’ASI (Agenzia Spaziale Italiana), la prima conferenza stampa in territorio italiano dell’astronauta di origini siciliane Luca Parmitano che per la prima volta ha potuto incontrare giornalisti e giovani curiosi, dopo la fine della sua missione all’interno della stazione spaziale ISS, dove ha trascorso quasi 6 mesi.

luca-parmitano-passeggiata-spazio-3La missione volare si è conclusa per Luca, dopo 167 giorni in orbita intorno alla terra, lo scorso 11 novembre con l’atterraggio in Kazakistan. Solo ora, però, è potuto tornare in Italia, essendo rimasto a Houston per riabituarsi alla gravità e rafforzare i muscoli non utilizzati durante la permanenza sulla stazione, come i muscoli dell’equilibrio, che stabilizzano la schiena.

Sono stati sei mesi nel corso dei quali, Luca, ha reso partecipi della sua avventura tutti coloro che lo seguivano su Facebook, postando in continuazione foto della terra o di angoli dell’Italia, permettendo a tutti di poterli osservare da un’angolazione decisamente originale.

1402094_216081855232382_411387453_o

Una particolare attenzione è stata dedicata proprio all’osservazione della terra e, in particolare della sua e nostra Italia, dall’alto. “L’Italia è un paese straordinario, in armonia. Non esistono confini tra regioni o differenze tra Nord e Sud. Mi piacerebbe che recuperassimo la stessa armonia anche nel nostro modo di vivere quotidiano. La Terra dall’alto è bellissima. Un alieno vorrebbe scendere a visitarla” ed ha aggiunto “da quell’altezza ci si avvicina al resto dell’Umanità, pur essendo così lontani”. Insomma un’esperienza incredibile che Luca ha voluto condividere con tutti noi attraverso le tante foto pubblicate, alcune delle quali potete vedere di seguito.

1459853_220569184783649_1711026486_n

(nell’ordine potete vedere: canarie, caraibi, etna, Grand Canyon, Il Cairo, Londra & Parigi, Mosca & S.Pietroburgo, Napoli con il Vesuvio, temporale in Africa)

[nggallery id=9]

Commenti

commenti