08-via-crucis-colosseo-venerdi-santo-620x350

Come ogni anno, nel giorno del Venerdì Santo, il giorno della Passione e morte di Gesù, a Roma si svolge la tradizionale Via Crucis presieduta dal Papa. Si tratterà della seconda occasione per Papa Francesco di uscire dai confini vaticani per incontrare i fedeli della città di Roma e del mondo. Sede dell’evento è il magico scenario dell’Anfiteatro Flavio, meglio conosciuto come Colosseo. Come sappiamo nei tempi antichi il Colosseo era la sede per i combattimenti tra gladiatori, successivamente attraversò secoli di abbandono fin quando, Papa Benedetto XIV interruppe questa serie di incendi, saccheggi e incuria, consacrandolo alla Via crucis e quindi sottraendolo ad ogni ulteriore spoliazione.

La processione del popolo cristiano con le quattordici stazioni così come la conosciamo noi oggi, fu inaugurata al Colosseo nel 1750 proprio su richiesta di Papa Benedetto XIV. Tale rito fu sospeso negli anni dell’Unità d’Italia e fu, poi, ripreso da Papa Paolo VI, che nel 1964 condusse per la prima volta in diretta televisiva il rito della Via Crucis dal Colosseo. La prima Via Crucis presieduta da Giovanni Paolo II al Colosseo, nel 1979, fu accompagnata da meditazioni su testi tratti dai discorsi di Paolo VI. Nel 1984, a chiusura dell’Anno Santo della Redenzione, fu il Papa stesso, Giovanni Paolo II, a scrivere i commenti delle 14 stazioni e dal 1985 i testi delle meditazioni furono affidati a scrittori, personalità o attori di successo.

PASQUA: PREDICATORE PAPA, CHE SI APRA L'ERA DELLA DONNA

Quest’anno a dar voce alle meditazioni saranno giovani ragazzi provenienti dal Libano, sotto la guida del patriarca di Antiochia dei maroniti, il cardinale Bechara Boutros Rai, cui Benedetto XVI aveva chiesto di esprimere, nelle XIV stazioni della Passione di Cristo, le ansie e le attese dei popoli del Medio Oriente. Nelle 14 stazioni la Croce sarà portata dal cardinale vicario di Roma Vallini, da due famiglie provenienti dall’Italia e dall’India, da un disabile accompagnato da volontari dell’Unitalsi, da due seminaristi cinesi, da due frati francescani della Custodia di Terra Santa, da due suore dell’Africa e da altre due del Libano, da due giovani del Brasile. Le torce accanto alla Croce saranno invece portate da due giovani della Diocesi di Roma e da due giovani libanesi.

Al termine sarà, poi, Papa Francesco a rivolgere le sue parole, molto probabilmente a braccio, ai numerosi fedeli accorsi da ogni parte del mondo.

papa-colosseo-via-crucis_06042012

colosseovia-crucis-622x466

13-pasqua-roma-via-crucis-venerdi-santo-colosseo-620x350

 [banner network=”adsense” type=”default”]

 

Commenti

commenti