Sono passati diversi mesi dalla mia visita di Philadelphia eppure mi sembra ieri. Purtroppo impegni di varia natura ancora non mi avevano permesso di raccontarvela ma voglio cominciare proprio oggi con un quadro d’insieme.

Cominciamo col dire che Philadelphia è senza dubbio una città a misura d’uomo, una città piacevole in cui stare, dall’atmosfera vibrante. I trasporti pubblici funzionano davvero bene ma se avete voglia di camminare, riuscirete a visitarla a piedi, facilitati dal fatto che si estende prevalentemente in pianura. Altra soluzione è fittare una bicicletta, le troverete in moltissimi punti della città e potrete lasciarla anche in un luogo diverso da quello in cui l’avete presa.

Philadelphia è una delle città più importanti degli Stati Uniti d’America, essendo stata la prima capitale del paese, la sede del primo Parlamento Americano e il luogo in cui gli Stati Uniti sono effettivamente nati. Il suo nome deriva da un termine greco che significa “amore fraterno” e venne scelto da William Penn, fondatore della città nel 1682 e primo governatore.

city of Philadelphia (4)

La città crebbe molto velocemente fino a diventare il fulcro della rivolta delle colonie britanniche d’America contro il re. Fu proprio a Philadelphia, infatti, che il 2 agosto 1776 fu dichiarata l’indipendenza di quelle colonie dal regno britannico e venne stilata la Dichiarazione d’Indipendenza. Nel 1790, poi, divenne la capitale dei nuovi Stati Uniti prima di passare il testimone a Washington a partire dal 1800.

Visita il Museo degli Archivi Nazionali a Washington

Fu sempre a Philadelphia che nel 1786 venne redatta e letta per la prima volta la Costituzione degli Stati Uniti d’America. Sotto la guida di Benjamin Franklin, uno dei padri fondatori del paese, la città divenne un centro di primaria importanza, rimanendo un punto di riferimento fino a quando nel XIX° secolo il suo primato le è stato sottratto da New York che è divenuta un po’ alla volta il centro culturale, industriale e commerciale più importante del paese.

city of Philadelphia (6)

Una visita della città non può che cominciare dall’Independence Hall, il luogo in cui vennero firmate la Dichiarazione d’Indipendenza e la Costituzione; la Liberty Bell, la campana della libertà, simbolo della rivoluzione americana; la sala del Congresso, dove si riunì per la prima volta il Parlamento americano.

city of Philadelphia (9)

Spostandosi, poi, nel cuore del centro storico, troverete la Betsy Ross House, ritenuta il luogo in cui venne cucita la prima bandiera degli Stati Uniti; l’iconica Elfreth’s Alley, considerata la più antica strada residenziale di Philadelphia e del paese intero; il City Hall, l’enorme edificio del comune.

city of Philadelphia (11)

city of Philadelphia (10)

city of Philadelphia (13)

Proprio dalla piazza di fronte al Municipio, dove campeggia una grande scritta LOVE, inizia il lungo viale alberato Benjamin Franklin Parkway che conduce al Philadelphia Museum of Art, celebre, oltre che per la sua collezione d’arte, anche perché sulle scale che conducono al suo ingresso venne girata la scena iconica del film Rocky con Silvester Stallone.

Insomma Philadelphia per me è stata davvero una piacevole sorpresa e suggerisco a tutti di farci un salto, anche solo per un giorno!

city of Philadelphia (14)

city of Philadelphia (16)

Commenti

commenti