bondinho santa teresa (2)

Quando lo scorso anno sono stato a Rio de Janeiro, il bondinho, il caratteristico tram giallo che collega il quartiere di Lapa, passando sopra l’arco, fino ad arrivare a Santa Teresa, non era ancora in funzione ma erano in corso i lavori sui binari, segno che presto avrebbe ripreso a funzionare. E infatti così è stato….qualche giorno fa il bondinho di Santa Teresa è tornato a solcare le strade del quartiere, per la gioia dei cittadini e dei tanti turisti.

Questo caratteristico tram cittadino, l’ultimo rimasto a Rio, era stato in funzione fino al 2011, quando, a causa di un grave incidente mortale, sospese le sue corse. I lavori di messa in sicurezza dovevano terminare in occasione dei Mondiali di calcio del 2014 ma così non è stato, attualmente è stata riaperta solo una piccola parte del suo percorso e le autorità locali contano di riuscire a ripristinare l’intero tragitto per l’avvio dei Giochi Olimpici di Rio del 2016.

Con più di 100 anni di storia, essendo nato nel lontano 1896, il bondinho di Santa Teresa, prima ancora che un’attrazione turistica, è stato da sempre un insostituibile mezzo di trasporto per gli abitanti di questo quartiere che si trova arroccato su una collina e sul quale è difficile arrivare a piedi. Quando ho visitato Santa Teresa, che viene considerato un po’ il cuore bohemien di Rio, poco battuto dai turisti ma assolutamente imperdibile, almeno secondo me, si leggevano ovunque le scritte degli abitanti che ne richiedevano a gran voce il ripristino. E alla fine così è stato, anche se con un occhio più attento alla tecnologia e alla sicurezza. Infatti, oggi, il bondinho, pur mantenendo la sua forma e il suo colore caratteristico, è dotato di sistema gps, circuito di telecamere di sicurezza e freni magnetici, che lo rendono più sicuro e moderno.

Lunga vita al bondinho….in attesa di tornare a Rio per provarlo in prima persona!

bondinho santa teresa (4)