Madrid in 3 giorni vuole essere uno spunto per segnalare alcuni dei luoghi assolutamente imperdibili da vedere nella capitale spagnola in soli tre giorni. Pensate non sia fattibile?!? Vi dimostrerò che invece lo è! È passato quasi un anno dal mio weekend di tre giorni a Madrid e, benché a causa di impegni vari non sia ancora riuscito a parlarvene, vi assicuro che Madrid mi ha lasciato davvero un bellissimo ricordo.

Una città moderna ma dall’aspetto regale. I suoi palazzi antichi, perfettamente conservati, si fondono con i nuovi edifici e le conferiscono un’aura di città cool!

madrid in 3 giorni (2)

Il mio itinerario inizia a metà giornata a Plaza de España, dove si trovava il mio albergo. Una delle piazze più belle e centrali della città. A farla da padrone il monumento dedicato a Miguel de Cervantes, posto al centro della piazza, tra aiuole perfettamente curate e fontane, con ai lati le statue in bronzo dei suoi famosi personaggi Don Chisciotte e Sancho Panza, a cavallo dei loro rispettivi destrieri.

madrid in 3 giorni (4)

Da Plaza de España, percorrendo Calle de Bailèn, in esattamente 10 minuti di cammino si arriva al Palazzo Reale di Madrid. Molto bella la struttura del palazzo anche se ciò che più mi ha colpito è stata la mancanza di uno spazio abbastanza ampio davanti alla sua facciata principale, il luogo per intenderci da cui i sovrani salutano la popolazione. In realtà, poi, pur essendo la residenza ufficiale dei reali di Spagna, il luogo in cui ricevono le personalità da tutto il mondo e in cui si svolgono le manifestazioni ufficiali e le cerimonie di Stato, il re e la sua famiglia risiedono in un palazzo più modesto, che è il palazzo della Zarzuela, alle porte di Madrid.

madrid in 3 giorni (3)

Proprio di fronte al Palazzo Reale si trova la Cattedrale dell’Almudena, il più importante luogo di culto cattolico di Madrid, la cui costruzione è durata quasi un secolo, fino ad essere consacrata da papa Giovanni Paolo II nel 1993, dedicandola alla Virgen de la Almudena. Il suo stile è classico all’esterno e gotico all’interno.

Dalla piazza dell’Armeria, dove si trova la Cattedrale, decido di imboccare Calle Mayor in direzione Puerta del Sol. Lungo la via, opto per una piccola deviazione in un vicolo sulla destra, si tratta di Cava de San Miguel che porta nell’omonima piazza dove si trova il celebre Mercato al coperto di San Miguel. Da qui, attraversando un arco in pietra, si sbuca in Plaza Mayor, forse la piazza più famosa di Madrid, sicuramente una delle più belle.

madrid in 3 giorni (5)

madrid in 3 giorni (6)

Da Plaza Mayor torniamo sulla via principale (calle Mayor) e, poco prima di arrivare a Puerta del Sol, ci fermiamo al Museo del Jamon, ovvero il museo del prosciutto, uno dei tanti presenti in città. Poi, dopo una veloce sosta per una birra fresca, eccoci finalmente a Puerta del Sol, altra piazza molto famosa.

madrid in 3 giorni (8)

madrid in 3 giorni (9)

In effetti, visitando Madrid, vi renderete conto che nella capitale spagnola le piazze celebri abbondano. Qui si trova la statua simbolo di Madrid, quella dell’orso e del corbezzolo, inaugurata nel 1967 per volere del comune, per rappresentare l’araldico simbolo cittadino. Puerta del Sol, poi, è il centro non solo di Madrid, ma di tutta la Spagna, ed, infatti, è presente il kilometro zero della rete stradale spagnola.

madrid in 3 giorni (10)

madrid in 3 giorni (11)

Il mio personale itinerario di questa prima giornata a Madrid prosegue, nel tardo pomeriggio, con una visita alla Plaza de Toros de las Ventas, nel quaritere di Salamanca, facilissima da raggiungere grazie alla sottostante fermata della metro di Ventas, e dove in estate si svolge la Corrida. È una delle poche arene in cui si svolge ancora la corrida in Spagna ma, al di là di questo intrattenimento più o meno criticabile, merita di essere visitata per la sua architettura.

madrid in 3 giorni (13)

Si tratta della più grande arena di tutta la Spagna, con un diametro di ben 60 metri, la terza al mondo dopo quella di Città del Messico e della città di Valencia in Venezuela. Realizzata tra il 1918 ed il 1929, in stile neomudéjar, su progetto dell’architetto José Espeliú, fu inaugurata soltanto nel 1931 ed ha una capienza complessiva di oltre 25.000 persone. È decorata con piastrelle dipinte a mano ed ospita anche un importante museo taurino, che consente al visitatore di conoscerne la storia.

madrid in 3 giorni (1)

La giornata si conclude con una cena e un drink in un’altra piazza di Madrid: plaza de santa Ana, dove campeggia maestoso il Teatro Español, un edificio che ha origini nel XVII secolo, e dove la sera si danno appuntamento i giovani della capitale spagnola!

plaza santa ana

GIORNO 2 (in arrivo)


Commenti

commenti