Quali saranno stati gli aeroporti italiani più trafficati nel corso del 2015? Ce lo rivela Assaeroporti, l’associazione italiana gestori aeroporti.

Il 2015 si è concluso con numeri in crescita per gli aeroporti italiani, trend iniziato nel 2014 dopo 2 anni di contrazione. Sono stati più di 157,2 milioni i passeggeri transitati nei principali scali aeroportuali italiani, con un incremento del traffico passeggeri, rispetto al 2014, del 4,5%.

Stando ai dati di Assaeroporti che monitora 35 scali aeroportuali italiani, la Top Ten degli aeroporti più trafficati del 2015 vede in cima, come giusto, Roma Fiumicino, principale hub del paese con oltre 40 MLN di passeggeri; seguono, poi, Milano Malpensa, con oltre 18,5 MLN di passeggeri, Bergamo, con oltre 10 MLN di passeggeri, Milano Linate, con quasi 10 MLN di passeggeri, Venezia, con quasi 9 MLN di passeggeri, Catania, con oltre 7 MLN di passeggeri, Bologna, con quasi 7 MLN di passeggeri, Napoli, con oltre 6 MLN di passeggeri, Roma Ciampino, con quasi 6 MLN di passeggeri e Palermo, con quasi 5 MLN di passeggeri.

aeroporti più trafficati

Ad incidere positivamente su questo risultato è la forte crescita del traffico internazionale, con un +6,8%, e, in particolar modo, del traffico UE che registra un +8,3% rispetto al 2014. Positivo anche l’andamento del traffico nazionale che si attesta ad un +1,2% rispetto al 2014. Molto interessante il dato dei movimenti aerei, che segna +1% rispetto al 2014, e che testimonia come l’incremento dei passeggeri registrato nel 2015 sia dovuto, non solo ad un maggior tasso di riempimento degli aeromobili, ma anche ad una maggiore offerta di voli. Insomma tutti dati molto positivi che contribuiscono a rilanciare il turismo in Italia e non solo perché come specificato dalla Commissione europea nella nuova Aviation Strategy , adottata lo scorso 7 dicembre, il settore dell’aviazione UE è un importante volano della crescita economica, con quasi 2 milioni di persone impiegate direttamente e con un contributo diretto sul PIL europeo di 110 MLD di euro.

Da ciò il rilievo dell’attuale crescita non solo per il settore aeroportuale ma soprattutto per il sistema Paese: basti pensare che un aumento del 10% dei passeggeri in partenza in una regione metropolitana aumenta l’occupazione locale nel settore dei servizi dell’1%.

aeroporto di napoli

Commenti

commenti