KPMG Tortola Torture Ultramarathon: 54 chilometri di percorso per scoprire le bellezze delle British Virgin Islands

Il prossimo 16 aprile, a Tortola, la principale delle British Virgin Islands ( le Isole Vergini Britanniche) si svolgerà la seconda edizione della KPMG Tortola Torture, quella che viene considerata a tutti gli effetti come la più difficile maratona dei Caraibi.

Ben 54 chilometri di percorso caratterizzato da aree montagnose con salite che raggiungono 2.007 metri per oltre 20 chilometri e circa 21 chilometri di discese. Il percorso prevede solo 12 chilometri di corsa su terreno pianeggiante.

Il punto di partenza della maratona sarà Road Town, capitale dell’isola di Tortola, e si snoderà, poi, in senso orario lungo tutta l’isola. Verranno toccati i punti più significativi, scendendo verso la costa sud, proseguendo lungo i sentieri di Steele Point e Smugglers Cove e lungo la costa nord di Long Bay, Little Apple Bay e Carrot Bay, alcune delle baie più scenografiche e pittoresche dell’isola. Almeno la fatica sarà ripagata da un percorso che offre panorami mozzafiato.

Tortola Torture 3

Superata Carrot Bay, inizierà la parte più difficile della gara, con la lunga salita di circa 4 chilometri per raggiungere Sage Mountain, il punto più alto del percorso con i suoi 465 metri di altezza. Il percorso dei corridori continuerà, poi, di nuovo verso il livello del mare e, dopo aver superato altre baie ed altre cime dell’isola di Tortola, la gara terminerà sulla spiaggia di Trellis Bay.

Se vi state chiedendo perché la maratona abbia assunto la denominazione di Tortola Torture, la risposta è che è stata soprannominata così dai partecipanti della scorsa edizione che l’hanno definita, simpaticamente, una vera “tortura”, a causa della distanza da percorrere, delle temperature, dell’umidità e delle inclinazioni del percorso, che vede oltre 3,6 chilometri di salite e discese.

Torture

Alla scorsa edizione della maratona, dopo essersi iscritti in settanta, sono arrivati al traguardo solo in 23! Il podio ha visto primeggiare ben tre donne, il corridore statunitense Tom Cripps ha raggiunto le tre finaliste con un tempo di 6 ore, 2 minuti e 43 secondi. L’ultimo partecipante ha tagliato il traguardo ben cinque ore dopo la vincitrice Bridget Klein.

Come finirà quest’anno? Lo scopriremo il prossimo 16 aprile!

Intanto se anche a voi è venuta una gran voglia di scoprire le Isole Vergini, qui trovate qualche info in più.

Tortola Torture 14

Commenti

commenti