Vi ho parlato di recente dell’enorme emozione che ho provato nel visitare il Cenacolo Vinciano, l’ex refettorio del convento dei frati domenicani, dove è possibile ammirare l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci, vero capolavoro del Rinascimento italiano.

Lo stesso refettorio, però, fa parte di una struttura più ampia che include la splendida Chiesa di Santa Maria delle Grazie, appartenente all’ordine dei Domenicani, che vi consiglio assolutamente di vedere se vi trovate a Milano. Proprio questa chiesa, che rappresenta uno dei punti più alti del Rinascimento lombardo, venne scelta dal duca di Milano Ludovico il Moro come luogo di sepoltura per sé e per la sua famiglia. Vi venne sepolta, infatti, anche la moglie Beatrice d’Este.

chiesa santa maria delle grazie (5)

La costruzione della chiesa, realizzata in chiaro stile gotico, venne terminata nel 1490. Dal 1553 al 1778 il convento divenne sede del tribunale dell’Inquisizione e successivamente, dopo le distruzioni napoleoniche, vi prese posto una caserma. Nella notte del 15 agosto 1943, i bombardieri anglo americani colpirono la chiesa e il convento. Il refettorio fu raso al suolo. Si salvarono solo pochi muri, fra cui quello del Cenacolo. Nonostante le terribili devastazioni, però, grazie all’intraprendenza e allo spirito di iniziativa dei milanesi, la chiesa è potuta tornare all’antico splendore restituendo le preziose opere d’arte che vi sono conservate.

Le navate vennero inizialmente realizzate dal Solari, poi, successivamente, ne fu migliorata l’illuminazione dal Bramante, il quale aggiunse una tribuna all’incrocio dei bracci. La fama dell’edificio è dovuta, proprio, anche alla tribuna costituente la parte absidale sull’odierna via Caradosso, aggiunta a partire dal 1492. Ai lati delle navate si trovano sette cappelle sorrette da file di colonne, realizzate dal Solari, con le volte recanti una decorazione a fresco risalente all’epoca della costruzione, riscoperta dopo essere stata nascosta nel 600. Sempre al Bramante si deve anche l’aggiunta della maestosa cupola, circondata da colonnati, del bellissimo chiostro, e del refettorio. All’interno del refettorio è conservata l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci.

chiesa santa maria delle grazie (3)

La chiesa di Santa Maria delle Grazie è stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco nel 1980, in quanto considerata una delle massime testimonianze dell’arte rinascimentale, avvalorata dalla presenza dell’eccezionale opera di Leonardo, eccelso rappresentante del genio creativo umano.

Insomma se è indubbio il valore di una visita al Cenacolo Vinciano, non è assolutamente da meno una visita in questa chiesa, troppo spesso sottovalutata!

chiesa santa maria delle grazie (2)

chiesa santa maria delle grazie (4)

Commenti

commenti