Se New York ha il Museum Mile, la Windy City ha il suo Museum Campus, un’area di ben 57 acri che racchiude alcuni dei più importanti musei di Chicago.



Tanto quanto New York, anche Chicago presenta un’offerta museale davvero interessante e per tutti i gusti. Uno dei musei più famosi è sicuramente The Art Institute of Chicago, situato nel Loop, su Michigan Avenue a due passi dal Millenium Park, e dedicato alle Belle Arti con mostre e tesori davvero invidiabili. Tra le opere custodite al suo interno vi segnalo quelle di Renoir, Monet, Picasso e Mirò ma anche un presepe napoletano originale risalente al settecento.

Poco lontano dal centro, si trova la zona del Museum Campus, che include, oltre al Soldier Field casa della squadra di Football dei Chicago Bears, ben tre musei: il Field Museum of Natural History, l’Adler Planetarium e lo Shedd Aquarium. Non basterebbe un giorno per visitarli tutti e tre, ciascuno interessante per un motivo diverso.

Il Field Museum of Natural History ha una storia che risale al 1893 ed è uno dei più vasti musei del genere con oltre 21 milioni di esemplari posseduti. Si estende su un’area talmente vasta che ho impiegato ben 15 minuti per girargli intorno alla ricerca dell’ingresso giusto. Una volta entrati, nella Great Hall, troverete ad accogliervi Sue, il più grande, più completo e meglio conservato esemplare di tirannosauro rex, acquistato dal museo nel 1997. Non solo dinosauri, però, è presente una grande collezione di molti animali di grossa taglia, tra cui due esemplari di elefante africano e i due “Leoni mangia-uomini dello Tsavo”. Da non perdere, la sezione egizia dove troverete una delle più larghe collezioni di mummie al mondo, spazio anche alla gemmologia e a tante mostre e spettacoli temporanei che si alternano nei vari periodi dell’anno. Focus anche su alcuni manufatti dei nativi americani. Insomma davvero una collezione vasta e completa.

L’Adler Planetarium, risalente al 1930, è stato il primo planetario costruito negli Stati Uniti d’America ed è situato sulla punta più a nord della Northerly Island, sulla riva del Lago Michigan. Conta ben tre teatri che proiettano spettacoli anche in 3D per far conoscere meglio al pubblico come funziona lo spazio e il sistema solare. È possibile visitare il Gemini 12, veicolo spaziale recentemente restaurato, che consente di scoprire la storia dei viaggi dell’uomo nello spazio, ed osservare più da vicino alcuni oggetti personali dell’astronauta Jim Lovell, comandante della missione Apollo 13, divenuta celebre per la frase “Houston, abbiamo un problema”. Infine, con il telescopio del Doane Observatory, è possibile sognare, ammirando più da vicino il nostro universo con i suoi pianeti, le sue stelle e le galassie distanti milioni e milioni di anni.

Lo Shedd Aquarium, infine, è l’acquario di Chicago ed ospita al suo interno oltre 32.000 esemplari di circa 1.500 specie marine diverse, provenienti da ogni parte del mondo. I suoi tanti habitat permettono di compiere un viaggio nel mondo marino e, per la gioia di grandi e piccini, molti animali possono essere toccati e ci si può interagire a fini anche terapeutici. Impossibile non menzionare l’Abbott Oceanarium che permette di vedere più da vicino balene, delfini dai fianchi bianchi del Pacifico, lontre e leoni marini. Con ben 2 milioni di visitatori l’anno, lo Shedd Aquarium è l’attrazione culturale più visitata di Chicago.

Insomma un’offerta museale ampia e davvero per tutti i gusti e le età!

Commenti

commenti