marco fronteiras (1)Nel corso del mio viaggio in Brasile ho scelto di recarmi al confine con l’Argentina, per visitare le famose ed incredibili cascate di Iguazù. Venendo dal Brasile, il luogo migliore dove soggiornare era la piccola cittadina di Foz do Iguaçu, un posto tranquillo e comodo. E proprio nelle vicinanze di Foz, sulla strada prima di raggiungere le cascate dal lato brasiliano, ho scelto di fare una sosta in uno dei luoghi che mi hanno maggiormente colpito: il Marco das Tres Fronteiras, ovvero il punto in cui si incontrano le frontiere di tre grandi stati del Sud America: Argentina, Brasile e Paraguay.

Il “Marco” rappresenta uno dei luoghi più rappresentativi di Foz do Iguaçu, anche se ancora poco conosciuto e frequentato dal turismo di massa, e la sua importanza è simboleggiata dall’incontro di tre paesi latini e fratelli, divisi dalla lingua ma accomunati dall’incontro delle acque dei loro fiumi. Infatti se è vero che nel mondo esisteranno altre triple frontiere, questa, in particolare, è caratterizzata solo dai confini naturali dei fiumi: il Paranà, condiviso da Brasile e Paraguay, e l’Iguazù, condiviso da Brasile e Argentina, che 23 km dopo aver dato vita alle cascate, e dopo un percorso complessivo lungo ben 1320 km, si immette nel fiume Paranà, il secondo più lungo del Sud America, dopo il Rio delle Amazzoni. E il punto in cui si incontrano i due fiumi è facilmente individuabile dal diverso colore delle loro acque dovuto alla diversa densità.

marco fronteiras (5)

Il confine è rappresentato dalla presenza di tre obelischi, situati sulle tre rive, e realizzati nei colori delle bandiere dei rispettivi paesi. Dal lato brasiliano sono facilmente visibili anche gli obelischi dell’Argentina e del Paraguay. Le tre città che fanno riferimento a questi obelischi sono: per l’Argentina, Puerto Iguazù; per il Brasile, Foz do Iguaçu; e per il Paraguay, la città di Puerto Franco.

Insomma, se avete tempo, non mancate di fare un veloce salto in questo luogo davvero caratteristico!

marco fronteiras (3)

marco fronteiras (4)

Commenti

commenti