Stare Miasto è il nome polacco con il quale è conosciuto il centro storico di Varsavia. La sua storia nasconde una caratteristica che non tutti sanno. Quello che possiamo vedere oggi, con i palazzi dai colori pastello e gli angoli caratteristici, è il frutto di un’attenta opera di ricostruzione avvenuta negli anni’50. Varsavia, infatti, venne completamente rasa al suolo dai bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale e degli edifici originari oggi non rimane più nulla.

Chi non conosce la storia della città, però, potrebbe anche non farci caso. La ricostruzione è stata così fedele all’originale da lasciare tutti a bocca aperta. Oggi, Stare Miasto, il centro storico di Varsavia, si presenta circondato dalle mura di cinta, al cui interno si snoda un reticolo di strette viuzze e curiosi punti di interesse.

Stare Miasto: scoprire il centro storico di Varsavia

Stare Miasto

Lo si raggiunge percorrendo tutta Nowy Swiat, la via più elegante della città, parte dell’antica Strada Reale. Dopo aver superato il Palazzo Presidenziale, sede del Presidente della Repubblica, si arriva nella grande piazza su cui si affaccia il Castello Reale. Qui si trova anche la colonna di Sigismondo, il re che nel 1596 spostò la capitale della Polonia da Cracovia a Varsavia.

Sede ufficiale dei monarchi polacchi, il Castello Reale è il luogo in cui nacque la Costituzione il 3 maggio 1791. La prima in Europa e la seconda nel mondo. Le sue origini risalgono al XIV secolo ma venne totalmente distrutto durante la guerra e ricostruito in stile barocco tra il 1971 e il 1984. Oggi svolge una funzione museale e custodisce numerose collezioni d’arte.

Imboccando la caratteristica strada all’angolo della piazza (Świętojańska) vi imbatterete nella Cattedrale di Varsavia, intitolata a San Giovanni. Risalente al XIV secolo, venne distrutta dai nazisti che introdussero addirittura un carro armato al suo interno, danneggiando irrimediabilmente la facciata. Quella che vediamo oggi, è stata ricostruita successivamente rispettando originali illustrazioni.

Stare Miasto centro storico varsavia

Proseguendo, si arriva nella Piazza del Mercato, il fulcro di Stare Miasto, vero centro storico di Varsavia. Qui, un eccentrico artista di strada suona tutti i giorni un carillon al centro della piazza. Dei tanti edifici color pastello che cingono il perimetro della piazza, soltanto tre sono originali, sopravvissuti ai bombardamenti. Nel museo di Varsavia, allestito proprio in uno di questi caratteristici edifici, sono esposte fotografie di come appariva la piazza al termine della guerra. La Piazza del Mercato è il fulcro della vita cittadina di Varsavia. Troverete numerosi bar, ristoranti, negozi di souvenir e la mitica statua della sirena, simbolo della città.

Stare Miasto

La sirena di Varsavia

Proprio come Copenaghen, anche Varsavia ha la sua sirena. Brandisce scudo e spada e si racconta che fosse sorella di quella che si fermò nella capitale danese. Dopo essere stata catturata da un mercante polacco, venne liberata da un pescatore che si era innamorato del suo canto. Per sdebitarsi di essere stata salvata, la sirena promise che avrebbe difeso la città, qualora ne avesse avuto bisogno. Gli abitanti della città, quindi, decisero di unire il nome del pescatore, che si chiamava War, e quello della sirena, Szawa, finendo per ribattezzare la città col nome di Warszawa, ovvero Varsavia.