Visitare un frantoio in Puglia è davvero un’esperienza entusiasmante e formativa. La Puglia è celebre in tutto il mondo per le distese infinite di ulivi e per l’alta qualità della sua produzione di olio extra vergine d’oliva. Il Gargano, in particolare, fonda una buona parte della sua economia proprio sul settore olivicolo, con piccole e medie imprese agricole che fanno sacrifici tutto l’anno per arrivare ad offrire un prodotto di eccezionale qualità.

Le stime del 2020, nonostante le problematiche legate alla pandemia, parlano di una produzione che, tra Vico, Vieste e Peschici, si aggirerà sui 300mila quintali di olive e circa 60mila quintali di olio extravergine d’oliva.

Visitare un frantoio in Puglia per scoprire la produzione dell’olio

frantoio puglia

Se decidete di visitare un frantoio in Puglia, il periodo migliore è quello che va da fine ottobre a metà novembre, quando l’attività è al suo massimo. In genere, però, la produzione si svolge da settembre a dicembre. Gli antichi frantoi ormai convivono con i moderni oleifici, simbolo di quella continuità produttiva che passa di generazione in generazione e che, per ovvi motivi, cambia anche da un punto di vista tecnologico. In occasione del mio recente viaggio nel Gargano, ho avuto la fortuna di visitare ben tre aziende agricole, ognuna diversa e con proprie peculiarità.

Oleificio Fratelli Vieste

La prima tappa è stato l’Oleificio dei Fratelli Vieste, azienda a conduzione familiare, operante dal 1985. L’olio extra vergine d’oliva è ottenuto principalmente dalla lavorazione delle migliori olive della pregiata cultivar Ogliarola Garganica, che si presenta con un colore giallo tendente al verde e che dà vita ad un olio morbido al palato e molto equilibrato.

frantoio puglia

Raffaele ci guida nei meandri del suo oleificio, fondato dal nonno di cui porta orgogliosamente il nome, e ci mostra le varie fasi di produzione dell’olio. È un viaggio affascinante in un mondo davvero interessante e gustoso. Le olive vengono lavorate secondo il metodo tradizionale con macina in pietra e spremitura a freddo oppure con moderni macchinari, a seconda delle richieste dei clienti. L’Oleificio dei Fratelli Vieste, infatti, oltre a lavorare le proprie olive, si occupa della produzione d’olio per oltre 400 coltivatori che qui portano i propri raccolti.

Contenuto bloccato fino all'accettazione dei cookie.
Per visualizzarlo, esprimi il tuo consenso cliccando qui e ricarica la pagina.

frantoio puglia

Inoltre, sfruttando le eccezionali qualità dell’olio, l’azienda ha deciso di dedicarsi anche alla produzione di articoli naturali per la cosmesi. I prodotti vengono preparati senza l’utilizzo di sostanze sintetiche ma solo con oli essenziali purissimi.

frantoio puglia

Agriturismo Biorussi

È quasi il tramonto quando raggiungo l’agriturismo Biorussi e mi perdo tra gli oltre 36mila ulivi presenti nella tenuta che si estende su circa sessanta ettari. In compagnia di Maria Giulia, erede di questa famiglia che da oltre cento anni produce olio extra vergine d’oliva, ci godiamo questa location che trasmette un senso di relax e serenità. Da qualche anno è stato aperto anche un agriturismo che in un’atmosfera semplice permette di vivere una vacanza autentica.

frantoio puglia

È proprio in uno degli uliveti di Maria Giulia che assistiamo alla raccolta delle olive con scuotitore, uno dei metodi più comuni.

Contenuto bloccato fino all'accettazione dei cookie.
Per visualizzarlo, esprimi il tuo consenso cliccando qui e ricarica la pagina.

Oleificio Fiorentino

È dal 1917 che i Mastri Oleari Fiorentino di Vico del Gargano producono olio extra vergine d’oliva. Una tradizione oggi portata avanti dalla quinta generazione della famiglia rappresentata da Francesca e da Felice, che ci ha accompagnato nella visita dell’impianto che lavora decine di migliaia di quintali di olive l’anno. La lavorazione riguarda principalmente i raccolti di terzi ma da tre anni hanno scelto di lavorare anche i frutti provenienti dai loro 600 ulivi, sperimentando originali aromatizzazioni. Dall’unione dell’olio d’oliva e di prodotti locali come arance, limoni, rosmarino e peperoncini, sono venuti fuori degli olii aromatizzati che rappresentano una interessante novità. Inutile dire che la degustazione è stata davvero gradita!

Come vedete non mancano le occasioni per visitare un frantoio in Puglia, che sia il Gargano o altre zone di questa meravigliosa regione!

frantoio puglia

frantoio puglia

Commenti

commenti