Stradine affollate piene di auto e biciclette, bancarelle dove si può gustare la cucina locale e mercati sovraffollati in città, oltre ad antichi templi e spiagge deserte. In Cambogia ce n’è per tutti i gusti. Visita i bellissimi templi del famoso Angkor Wat o immergiti nel trambusto della città di Phnom Penh. Il Paese offre molte opportunità di sperimentare la cultura locale ed ha inoltre molte belle attrazioni da non perdere. Ecco sei consigli per un viaggio in Cambogia.

viaggio cambogia

1. Il miglior periodo per recarsi in Cambogia: tra novembre ed aprile
Per cominciare, va scelto il miglior periodo per recarsi in Cambogia. È consigliabile prenotare il viaggio tra novembre ed aprile, in modo da evitare la stagione delle piogge. Durante la stagione delle piogge, infatti, non soltanto le precipitazioni sono abbondanti ma l’aria è spesso anche molto umida, cosa che non tutti trovano gradevole. Tuttavia, vi sono anche vantaggi per chi viaggia durante la stagione delle piogge: ci sono meno turisti nel Paese, il che significa che i luoghi famosi sono meno affollati e gli alloggi e i voli sono di solito più economici.

2. I documenti necessari: non dimenticare il visto Cambogia!
Una volta programmato il viaggio, si può richiedere il visto. Per i cittadini italiani è possibile richiedere il visto Cambogia in modo facile e veloce online. Prima di richiedere il visto, è importante assicurarsi che il passaporto sia valido per almeno altri sei mesi e che il viaggiatore soddisfi tutti gli altri requisiti per il visto. Dopo il rilascio, il visto verrà inviato via e-mail, dovrà essere stampato e portato sempre con sé. È consigliabile conservare il visto nel bagaglio a mano, in modo da poterlo mostrare qualora venga richiesto. Una volta ricevuto il visto, il viaggio può cominciare!

3. La capitale del Paese: Phnom Penh
La maggior parte dei viaggiatori internazionali che si recano in Cambogia soggiorna a Phnom Penh, la capitale del paese. La città è da molti considerata come la più vivace. Per citare solo alcune cose: qui si trovano caffè e bar affollati, hotel lussuosi, ma anche ristoranti che servono i pasti migliori. La città è molto rumorosa e affollata, ma si trovano anche vari siti d’interesse storico-culturale, come il Palazzo Reale, il Museo Nazionale, i vari mercati e i vari templi, tra cui ad esempio il tempio di Wat Phnom e la Pagoda d’Argento.

viaggio cambogia

4. I templi della Cambogia: Angkor Wat
Un viaggio in Cambogia non è completo senza una visita dei suoi bellissimi templi. Particolarmente famoso è Angkor Wat, un complesso templare nei pressi della città di Siem Reap. Uno dei templi più belli è il tempio di Bayon, composto da quattro torri e famoso per i visi scolpiti su tutti i lati di ogni torre. Un altro tempio bellissimo e forse uno dei più famosi e belli di Angkor Wat, è il tempio di Ta Prohm, famoso per le radici che lo avvolgono quasi interamente.

5. Cibo di strada
La Cambogia è nota per il cibo di strada. Giustamente, molti si chiedono se sia sicuro mangiarlo. Un buon consiglio è di assicurarsi di poter vedere dove il cibo viene preparato. Finché il cibo è preparato al momento in un ambiente che si può vedere, è probabilmente sicuro. Se non ci si fida, è meglio andare in una bancarella popolare, in questo modo si può essere più sicuri che il cibo sia sicuro da mangiare. In ogni caso, se non si vuole rischiare, è sempre possibile mangiare benissimo in uno dei tanti ristoranti.

6. Pagare in Cambogia
La valuta della Cambogia è il riel ma negozi ed aziende accettano anche dollari americani. Infatti è possibile prelevare dollari ai bancomat in Cambogia. Ogni Paese è diverso quando si tratta di mance. In Cambogia non ci si aspetta una mancia, ma naturalmente è sempre apprezzata.

Articolo realizzato in collaborazione con Visti.it

viaggio cambogia

Commenti

commenti