Avete mai desiderato dormire in un trullo? Nel corso di precedenti viaggi in Puglia ho sempre immaginato come sarebbe stato soggiornare in questa tipica abitazione. Durante il mio recente soggiorno in Puglia ho esaudito questo desiderio, soggiornando presso Trullo Santangelo, piccolo angolo di paradiso non lontano da Ceglie Messapica, nella Valle d’Itria.

Al Trullo Santangelo sembra che il tempo si sia fermato a quella vita rurale tanto amata e tanto desiderata da chi è abituato a vivere nel caos della città. Ed infatti trascorrere un paio di notti in questa meravigliosa struttura trasmette un senso di relax e serenità impagabile.

Trullo Santangelo: dormire in un trullo in Puglia

dormire in un trullo puglia

Trullo Santangelo è un complesso di trulli da nove coni con una lunga storia alle spalle che affonda le sue radici nel XVIII secolo. Fondato dal Maestro Altavilla, primo Oboe del Metropolitan di New York, venne rilevato dalla Famiglia Biondi nel 1990 che si è occupata della sua ristrutturazione. Nel 2011, poi, grazie al contributo della Famiglia Elia, si è deciso di aprirlo ai viaggiatori di tutto il mondo. È proprio Daniele Elia, insieme alla compagna Marialuisa e ai due meravigliosi cani Hugo e Kite, ad accogliermi al trullo. Una coppia giovane e dinamica che ha trasformato un antico trullo immerso tra ulivi secolari e tipici muretti a secco, in un vero paradiso terrestre.

dormire in un trullo puglia

Trullo Santangelo conta sei stanze di grandezza diversa, per venire incontro a tutte le esigenze e ai gusti di chi sceglie di provare l’esperienza di dormire in un trullo. Io ho soggiornato nel Family trullo, quello padronale situato nel corpo centrale del complesso. Dispone di un ambiente formato da tre coni tra mura bianche ed una perfetta armonia degli spazi. Dotato di ogni comfort, è in grado di ospitare quattro persone con due camere da letto, salottino e camino.

Colazione da sogno e relax a bordo piscina

Come iniziare al meglio una giornata se non con una colazione da sogno all’aperto, all’ombra di un antico gelso?! Tradizione e buona cucina pugliese rendono il momento della colazione unico e gradevole con prodotti di alta qualità provenienti dalla Val d’Itria e dagli antichi forni Messapici. Ce n’è per tutti i gusti, per gli amanti del dolce e del salato. Dolci, salumi, formaggi selezionati dalle migliori masserie della zona, insieme a marmellate fatte in casa preparate con la frutta prodotta nel trullo. Ammetto di essere un amante della colazione dolce ma iniziare la giornata con un pezzo della tipica focaccia pugliese è stata davvero una goduria.

dormire in un trullo puglia

Dopo una buona colazione, è d’obbligo un pò di relax nella splendida piscina immersa nel verde, circondata da profumatissime piante di lavanda. E se non riuscite a stare al sole, potete sempre trovare riparo sull’amaca, all’ombra di uno dei tanti ulivi.

Insomma dormire in un trullo può rappresentare davvero una bellissima esperienza ma farlo al Trullo Santangelo sarà decisamente magico!

dormire in un trullo puglia

dormire in un trullo puglia

Come raggiungere Trullo Santangelo

Trullo Santangelo si trova in Contrada Pezze Sant’Angelo s.n. 72013, Ceglie Messapica. Non è difficile arrivarci ma avrete sicuramente bisogno di un auto. Dista 50 km dall’aeroporto di Brindisi e 115 km da quello di Bari. Una volta arrivati a Ceglie, dovrete addentrarvi nelle campagne attraverso gli ulivi e sarete al trullo in 15 minuti d’auto.

Cosa vedere a Ceglie Messapica

Ceglie Messapica, piccolo ma gradevole borgo pugliese, è il più vicino luogo abitato rispetto al trullo. Il modo migliore per scoprirlo è sicuramente perdersi tra le stradine del suo antico centro storico, partendo da Piazza Vecchia. Tappa, poi, presso la Chiesa di San Rocco, le cui origini risalirebbero addirittura al 1595, e presso il Castello Ducale, edificato verso l’XI secolo e considerato tra le più belle architetture della città. Se state cercando un luogo dove fermarvi a cena, vi consiglio: “Vino, Fritti e Cucina”, “Cibus”, “Antico Arco” e “Da Franco”.

dormire in un trullo puglia

Commenti

commenti