Il 19 e il 20 marzo 2016 tornano in tutta Italia le Giornate Fai di Primavera con tante occasioni per visitare luoghi meno noti al grande pubblico.

Le Giornate Fai sono ormai una tradizione da più di un ventennio, questa del 2016 sarà la 24esima edizione, un edizione in cui il FAI, Fondo Ambiente Italiano, apre in 380 località italiane ben 900 luoghi straordinari, solitamente chiusi al pubblico, con visite guidate a contributo libero. Un weekend per scoprire e riscoprire la bellezza di angoli nascosti del nostro paese, occasione in cui centinaia di migliaia di persone hanno l’opportunità di comprendere quanto sia importante, ancora una volta, continuare a curare e trattare con rispetto i beni culturali del bel paese.

Si tratta del più importante evento di piazza dedicato ai beni culturali, un evento aperto a tutti ma con corsie preferenziali per gli iscritti al Fai. Negli ultimi anni sono stati oltre 8 milioni gli italiani che hanno goduto di queste aperture straordinarie. 250 tra ville e palazzi storici, 30 tra borghi e antichi quartieri, 60 castelli e fortezze, 25 aree naturalistiche, 30 siti archeologici e molto altro ancora aspetta tutti noi in questo weekend di festa per la cultura italiana!

giornate fai (2)

In questi 23 anni il FAI ha aperto per tutti, italiani e stranieri, le porte di oltre 9000 luoghi solitamente chiusi al pubblico in più di 3600 città di tutta Italia. Ogni regione presenta i suoi appuntamenti e anche la Campania e Napoli hanno un ricco cartellone, ecco tutte le aperture di Napoli e provincia per le Giornate Fai di Primavera 2016:

Abc Centrale dello Scudillo a Napoli; Acquedotto augusteo del Serino a Napoli; Galleria dei Nobili nelle Catacombe di San Gaudioso a Napoli; Sotterranei gotici della Certosa di San Martino a Napoli; Biblioteca e Chiostro dei Girolamini a Napoli; Complesso museale dell’Augustissima Arciconfraternita dei Pellegrini a Napoli; Depositi Sing Sing del Museo Archeologico Nazionale a Napoli; Museo Archeologico Nazionale a Napoli; Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos a Napoli; Museo Orientale Umberto Scerrato a Napoli; Nuovo Teatro Sanità a Napoli; Villa Rosebery a Napoli; Complesso monumentale Antica Cattedrale Santa Maria delle Grazie a Massa Lubrense; Baia di Ieranto a Massa Lubrense; Casa Palliola a Nola; Eremo dei Camaldoli presso Santa Maria degli Angeli a Nola; Biblioteca e laboratorio di fisica al Seminario Vescovile a Nola; Castello Aragonese di Baia a Bacoli; Piscina Mirabilis a Bacoli; Geosito del Carcavone e conetti vulcanici a Pollena Trocchia; Villa dei Marchesi Cappelli a Pollena Trocchia; Villa romana presso la Masseria de Carolis a Pollena Trocchia; Stadio Antonio Pio a Pozzuoli.

Buon weekend di festa culturale a tutti!

Commenti

commenti