Egitto

La Farnesina, sul sito Viaggiare Sicuri, ha rilasciato un nuovo comunicato con il quale “sconsiglia” di recarsi in Egitto. Il suggerimento è di evitare zone come Il Cairo, Alessandria, Suez, Ismailia, Port Said, il delta del Nilo e il Nord del Sinai. Tutte località in cui negli ultimi mesi c’è stato “un sensibile peggioramento del quadro di sicurezza”. Come saprete, dopo la deposizione forzata del presidente egiziano Morsi, ad opera dei generali dell’esercito, che hanno messo al suo posto Adli Mansour, la situazione nel paese si è fatta incandescente.

Si stanno verificando nuove manifestazioni di piazza, in alcuni casi caratterizzate da incidenti che hanno provocato morti e feriti, e che potrebbero continuare ad oltranza nei prossimi giorni. I sostenitori e gli oppositori di Morsi, infatti, continuano a confrontarsi nelle piazze delle principali città e tutto ciò influenza negativamente le condizioni di sicurezza nella regione araba. Per quanto riguarda, invece, i principali centri di attrazione turistica, ed in particolare i resort, sia sul Mar Rosso (Hurghada, Sharm el Sheik, Mars Alam) che in Alto Egitto (Luxor, Assuan), la situazione non presenta al momento particolari elementi di criticità tali da sconsigliare una vacanza in questi luoghi. Si sconsiglia, comunque, di uscire dai resort per effettuare escursioni o visite in città.

La Farnesina ricorda inoltre a tutti gli italiani che è sempre saggio registrare i dati del proprio viaggio al sito dove siamo nel mondo, così da poter essere facilmente rintracciati in caso di necessità.

scontri_egitto

[banner network=”adsense” type=”default”]

Commenti

commenti