Nell’ottica del racconto del mio viaggio in Vietnam, oggi vi spiego come ottenere il visto per il Vietnam e soprattutto chi può esserne esentato.

Vi dico subito che per il mio viaggio di 8 giorni e 7 notti nella terra di Ho chi Minh non ho avuto bisogno di visto in ragione di un accordo tra il governo italiano e quello vietnamita che non lo prevede per un periodo di permanenza fino ai 15 giorni. Regola che vale sia arrivando in aereo che via terra.

Tuttavia, la questione dei visti in Vietnam è in continua evoluzione e quello che vale oggi potrebbe non essere valido domani. Per avere tutte le informazioni su come ottenere il visto per il Vietnam, basterà visitare il sito della Farnesina dove si legge che:

“per l’ingresso in Vietnam è necessario disporre di un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi. Il visto d’ingresso non è necessario per soggiorni inferiori ai 15 giorni e ingresso singolo, fino al 30 giugno 2017. Il 30 giugno 2016, infatti, è stato esteso il provvedimento governativo, già in vigore dal 1 luglio 2015, che prevede l’esenzione unilaterale dall’obbligo del visto d’ingresso in Vietnam, senza distinzione per tipologia di passaporto o motivo della visita, limitatamente alla fattispecie di un ingresso singolo della durata massima di 15 giorni. Il visitatore che, a seguito di questo primo ingresso, volesse tornare in Vietnam, potrà farlo:
– solo dopo che siano decorsi almeno 30 giorni, per un secondo ingresso alle stesse condizioni (ingresso singolo della durata massima di 15 giorni), senza obbligo di chiedere il visto.
– con l’obbligo di acquisire il visto, nel caso in cui il visitatore intenda far rientro in Vietnam prima che siano decorsi i 30 giorni dal precedente ingresso in esenzione.”

Come ottenere il visto per il Vietnam?

L’acquisizione del visto d’ingresso rimane necessaria per soggiorni con ingresso singolo superiore ai 15 giorni o per soggiorni con ingresso multiplo. Il visto può essere richiesto secondo tre modalità:
1) presso l’Ambasciata del Vietnam in Italia;
2) collegandosi al sito https://immigration.gov.vn ed espletando la procedura di emissione del visto online, in base ad una nuova sperimentazione entrata in vigore il 1 febbraio 2017 valida per soggiorni compresi fra 15 e 30 giorni (per soggiorni superiori ai 30 giorni è possibile ricorrere solo alle procedure di cui al punto 1 e al punto 3);
3) all’arrivo in aeroporto (c.d. “visa on arrival”), con un costo aggiuntivo per il servizio, esclusivamente a condizione che: nel Paese di provenienza non vi sia una Ambasciata vietnamita; per ingressi di emergenza, dovuti a ragioni umanitarie e missioni tecniche; il visto sia richiesto da un’Agenzia di viaggio vietnamita accreditata presso le Autorità locali, con una speciale procedura.

Per tutte le informazioni integrali circa la questione del visto in Vietnam, vi consiglio di visitare il sito della Farnesina.

 

Commenti

commenti