Cosa c’è di più piacevole che trascorrere i periodi invernali al caldo di qualche isola sperduta?! Una soluzione è quella di volare al caldo delle Isole Vergini Britanniche.

Le isole-resort dell’arcipelago si distinguono per il perfetto mix tra affascinanti scenari naturali, fauna autoctona e servizi d’eccellenza in puro stile British Virgin Islands.

Il sogno di tanti di ritirarsi per un po’ di tempo su un’isolata spiaggia caraibica a sorseggiare un fresco cocktail tropicale, diventa realtà nell’incantevole arcipelago delle Isole Vergini Britanniche. Un sogno che si trasforma in realtà grazie alle esclusive isole-resort, distribuite in ogni punto dell’arcipelago, dove gli ospiti possono vivere appieno un buen retiro rigenerante.

I resort che animano la vita di Guana Island, Peter Island, Necker Island e Scrub Island, dotati di ogni comfort e servizi d’eccellenza, sono le location perfette per passare una vacanza in paradiso in totale privacy. Dulcis in fundo, a questa collezione di gemme emerse dal mare, si è recentemente aggiunta Eustatia Island, un’ulteriore soluzione che le Isole Vergini Britanniche offrono ai viaggiatori per ritemprarsi nel corpo e nello spirito.

La parola “Eustatia” deriva dal greco e significa “un buon posto in cui stare”: un nome, una garanzia, come si suol dire. Questo rigoglioso isolotto vulcanico di circa 122.000 mq emerge dalle acque turchesi a nord-est di Virgin Gorda ed è la prova di come il paradiso terrestre esista effettivamente.


Eustatia Island può essere affittata in esclusiva, offrendo la possibilità a 16 persone di godere dei suoi scenari meravigliosi e variegati, con spiagge bianche dalla sabbia finissima e rilievi lussureggianti. Una vista panoramica che gli ospiti potranno godere al meglio dalle quattro esclusive abitazioni che sorgono sull’isola. Inoltre, i viaggiatori che scelgono Eustatia Island come proprio rifugio dorato, possono contare sull’assistenza di un team di persone entusiaste, che danno sempre il massimo per rendere speciale il soggiorno degli ospiti.

Eustatia è anche la terra promessa di tutti coloro che hanno un’anima green, verde proprio come la folta vegetazione dell’isola. Infatti, sono stati sviluppati e messi in pratica progetti di amministrazione ambientale basati sulla sostenibilità e sull’autosostentamento dell’isola, come ad esempio l’installazione di pannelli solari su tutti gli edifici e i veicoli, la desalinizzazione dell’acqua marina grazie ad un impianto di osmosi inversa e la raccolta e il riutilizzo dei rifiuti organici come compost.

Commenti

commenti