Wine&the City, la rassegna napoletana dedicata al vino e all’ebbrezza creativa, arriva alla sua decima edizione con tante novità e altrettante conferme.

Dal 5 al 26 maggio, saranno quasi cento i luoghi della città che si apriranno alla più trasversale e gioiosa “festa mobile”: musei e palazzi storici, ma anche spazi privati, boutique e ristoranti, atelier di artisti e architetti, ipogei millenari, chiese barocche, alberghi e percorsi urbani. Una mappa che tocca diversi quartieri della città: da Spaccanapoli alle strade eleganti di Chiaia, dai vicoli stretti della città storica alla spiaggia di Posillipo.

Cos’è Wine&TheCity?

Wine&Thecity nasce a Napoli nel 2008 da un’idea di Donatella Bernabò Silorata come “Fuori salone del vino” di Vitignoitalia. È stato il primo “fuori salone” di un evento eno-gastronomico in Italia e da subito si è imposto all’attenzione dei media e del pubblico per aver portato il vino e i sommelier oltre i soliti luoghi. Sin dalla prima edizione nomadismo e contaminazione hanno ispirato la rassegna che nel corso degli anni ha ampliato lo spazio geografico e temporale configurandosi come una grande festa mobile.

Si comincia il 5 maggio al MANN, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, che accoglierà il grande evento inaugurale e si prosegue per tre settimane tra happening, degustazioni, visite guidate, azioni d’arte, esposizioni di design, fino al gran finale del 26 maggio in piazza del Municipio: Forme uniche, della Compagnia Il Posto Danza Verticale + Marco Castelli Small Ensemble, emozionante spettacolo di danza verticale sulla monumentale facciata del Palazzo del Municipio.

Il vino è il filo che unisce questa trama fitta e multiforme di appuntamenti, è l’ispirazione e il motore di tutto: circa cento cantine da tutta Italia partecipano ogni anno al progetto che gode del patrocinio del Movimento Turismo del Vino.

Tra le novità di questa decima edizione, vi segnalo:

  • Dal 12 al 14 maggio, il Complesso monumentale di San Domenico Maggiore, nel cuore del centro antico, ospiterà l’Enoteca della Banca del Vino di Slow Food con una grande selezione di etichette provenienti da Pollenzo e i Laboratori di degustazione con vini proposti e selezionati dalla guida Slow Wine di Slow Food Editore sotto le volte affrescate della Sala del Capitolo.
  • Il 15 e il 23 maggio, “Uno chef al Museo”, in collaborazione con Ferrarelle, porta per la prima volta l’alta cucina di Gennaro Esposito Due Stelle Michelin e di Pasquale Palamaro Una Stella Michelin in due prestigiosi musei della città: il Pio Monte della Misericordia e Casa Morra.
  • Il 20 e 21 maggio Wine&Thecity entra per la prima volta nelle stanze del Museo dell’Archivio Storico del Banco di Napoli accompagnando con il vino la visita al più grande archivio storico bancario del mondo.

Wine&Thecity CARD 2017

Wine&Thecity CARD 2017 è un passe-partout per accedere ad alcuni eventi esclusivi della rassegna, ma non solo perché garantisce a tutti i sostenitori di Wine&Thecity un anno di sconti e agevolazioni in tanti esercizi di Napoli e dintorni: boutique, gioiellerie, alberghi, ristoranti stellati, pizzerie, pasticcerie, enoteche e aziende vinicole per un totale di 50 indirizzi. Non solo esercizi commerciali, ma anche proposte culturali come i concerti dell’Associazione Scarlatti e quelli della Fondazione Pietà de’ Turchini, il cinema Hart, la Libreria Iocisto e la Libreria Colonnese. Novità di quest’anno è la partnership con McArthurGlen – La Reggia Designer Outlet che offre ai titolari della Wine&Thecity Card la Privilege Card per la riduzione del 10% sui prezzi outlet. La Wine&Thecity CARD, numerata e nominale, si sottoscrive con un contributo di 10 euro all’Associazione Wine&Thecity ed è valida per l’intero anno 2017.


Commenti

commenti