Non tutti sanno che nei dintorni di Modena si trova quello che a prima vista potrebbe sembrare un normale casale di campagna e che invece ospita la Casa Museo Luciano Pavarotti, ovvero la dimora del più celebre tenore italiano di tutti i tempi. Visitare la Casa Museo Luciano Pavarotti è una delle possibilità offerte dagli itinerari di visitcarpi.blog.

casa museo luciano pavarotti

Visitare la Casa Museo Luciano Pavarotti nei dintorni di Modena

Se c’è una persona che incarna al meglio lo spirito di Modena e dell’Emilia, questa è sicuramente Luciano Pavarotti, il più grande tenore italiano di tutti i tempi. Nonostante siano passati ormai 12 anni dalla sua scomparsa, il mito di Big Luciano, come veniva chiamato da tutti, resta immutato. Ne è testimonianza la folla di ammiratori da ogni parte del mondo che giungono in visita alla Casa Museo, a lui intitolata, e voluta dagli eredi nel suo casale poco fuori Modena.

La forza di questo luogo è che non si tratta di un semplice museo creato postumo per business ma è la vera dimora del Maestro in cui visse gli ultimi anni della sua vita e in cui spirò nel settembre 2007. Qui tutto parla di Pavarotti e si respira davvero un’aria particolare, quasi commovente, con le sue musiche che risuonano nell’aria.

museo luciano pavarotti

Della costruzione di questo grande casale di campagna si occupò Pavarotti in persona, supervisionando il lavoro di architetti, falegnami e fabbri, per assicurarsi che tutto rappresentasse un omaggio all’artigianato italiano. Era stato il suo amore per i cavalli a spingerlo ad acquistare questa proprietà già negli anni’90, dove aveva fatto costruire maneggi e scuderie. Visitare questa dimora permette di ricostruire il suo modo di vivere, entrando nel privato delle sue abitudini quotidiane che, a dispetto del suo essere una celebrità di caratura internazionale, erano improntate ad una incredibile semplicità.

museo luciano pavarotti

Foto, video, costumi di scena, alcune delle lettere di complimenti ricevute dalle personalità più influenti del pianeta come Hillary Clinton o Lady Diana, premi e riconoscimenti per ricordare una carriera lunga quarant’anni, oggetti originali a lui appartenuti come i foulard o i panama che non mancava mai di indossare.

museo luciano pavarotti

Percorrere le stanze in cui si dilettava a dare consigli (gratuitamente) a giovani cantanti o in cui si godeva la serenità familiare in compagnia della moglie Nicoletta e della sua ultima figlia Alice, fa davvero un certo effetto. La cucina gialla simile a quella di noi comuni mortali o la stanza da letto in legno, semplice e senza eccessi, permettono di capire perché tutti lo percepivano come uno di famiglia.

pavarotti

Anche la Casa Museo Luciano Pavarotti fa parte dell’itinerario ideato da Silvia Meletti per visitcarpi.blog che trovate a QUESTO link!

Contatti utili per prenotare questo itinerario:

VisitCarpi presso TO BE TRAVEL – travel agency
Via Carlo Catellani n° 5  – 41012 Carpi (MO )
ph: 333 88 39 534/059 622 9484
email: silvia@tobetravel.it

Orari & Biglietti

  • Biglietti

Intero 10€, ridotto 8€ (per over 65 e gruppi di almeno 20 persone). Entrata gratuita per bambini e ragazzi fino agli 11 anni d’età.

Il biglietto è acquistabile direttamente presso la Casa Museo, ed è comprensivo dell’audioguida disponibile in italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, portoghese, russo, arabo e cinese.

  • Orari di apertura

Tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00
La casa Museo Luciano Pavarotti resterà chiusa nei giorni 24, 25 e 26 Dicembre e 1 Gennaio.

  • Indirizzo

Stradello Nava, 6 – 41126 – Modena (MO)

Commenti

commenti