Le isole del Golfo di Napoli sono, da sempre, una delle destinazioni italiane più amate dai viaggiatori provenienti da ogni parte del mondo. Ischia, Capri e Procida, in rigoroso ordine di grandezza, catalizzano l’attenzione dei visitatori da decenni e sono riuscite a mantenere intatto il loro indiscutibile fascino.

Le tre isole del Golfo di Napoli rendono il panorama della capitale partenopea uno dei più belli del mondo. Ciascuna isola possiede proprie caratteristiche ed un proprio pubblico di riferimento. Capri, l’isola azzurra, è la destinazione preferita dal jet set internazionale; Ischia, l’isola verde, è amata da chi cerca il benessere termale; Procida, infine, regala scorci da cartolina ed essendo la più piccola, è ricercata soprattutto da chi ama il relax.

terme a ischia

Ischia

Ischia è conosciuta come l’isola verde per l’elevata concentrazione di vegetazione. È la più grande per estensione e conta ben sei comuni: Ischia, Casamicciola Terme, Lacco Ameno, Forio, Serrara Fontana e Barano d’Ischia. Il comune di Ischia è sicuramente il più esteso e si divide nelle due zone di Ischia Porto ed Ischia Ponte. La prima è un piccolo borgo di pescatori anche piuttosto affollato in quanto punto di sbarco principale per traghetti ed aliscafi, la seconda, invece, è il vero centro storico, caratterizzato da stretti vicoli ed antiche botteghe artigiane. Proprio sulla punta estrema di Ischia ponte si trova il Castello Aragonese, costruito nella sua versione originaria da Gerone, tiranno di Siracusa, nel 474 a.C.

isole golfo di napoli

La vera particolarità di Ischia, però, è rappresentata dal fatto di essere una superlativa destinazione termale. Da alcuni è considerata come la più grande stazione termale del mondo. Tale definizione è determinata dal fatto che, grazie alla sua origine vulcanica, ha molteplici sorgenti termali naturali, intorno alle quali sono sorti alberghi, come il meraviglioso Regina Isabella di Lacco Ameno, e centri benessere.

ischia isole golfo di napoli

Capri

Capri è universalmente nota come l’isola azzurra per il colore turchese delle sue acque, ma anche come isola dell’amore, in quanto destinazione super romantica. L’isola di Capri è da sempre la meta preferita dalle star del jet set internazionale. Sono in tanti, infatti, ad avere una propria villa sull’isola o a sceglierla come meta per le proprie vacanze. A prescindere da questo volto patinato, sono numerose le attrazioni paesaggistiche che caratterizzano l’isola, a cominciare dai celebri Faraglioni.

I Faraglioni di Capri sono degli spuntoni di roccia che emergono dal mare. Non tutti sanno che i faraglioni sono tre, ognuno con un proprio nome, e il più alto raggiunge un’altezza di ben 109 metri. Attraversarli in barca è un’esperienza che non dimenticherete mai. Se non avete mai visitato capri, vi consiglio di scoprirla con una escursione in barca.

Tra gli alti punti di interesse sull’isola, segnalo: la celebre piazzetta, via Camerelle nota come la via dello shopping di lusso, Punta Tragara che regala scorci fotografici unici e i Giardini di Augusto, costruiti negli anni trenta, con un panorama che spazia dai Faraglioni alla Baia di Marina Piccola e la famosa Via Krupp. Proprio via Krupp, con i suoi tornanti così stretti da sembrare sovrapposti, è stata inserita tra le strade più spettacolari del mondo.

capri isole golfo di napoli

Se cercate una zona meno affollata e più autentica, spostatevi ad Anacapri, il secondo comune dell’isola. Qui potrete raggiungere via terra la celebre Grotta Azzurra e potrete ammirare un tramonto mozzafiato dal Faro di Punta Carena.

isole del golfo di napoli

isole del golfo di napoli

Procida

Procida è la più piccola tra le isole del Golfo di Napoli e, forse, è anche la più pittoresca con le mille case colorate della Corricella. Marina Corricella è il borgo più antico dell’isola, immortalato in migliaia di fotografie dall’alto della strada che conduce all’Abbazia di San Michele Arcangelo, sul promontorio di Terra Murata. Tra le spiagge celebri da non perdere, ricordo quella del Pozzo Vecchio, vista in alcune scene de “Il Postino” e la spiaggia della Chiaiolella, la più frequentata sull’isola.

Da un punto di vista geologico, Procida è di origine vulcanica e sarebbe nata dalle eruzioni di almeno quattro diversi vulcani, oggi completamente spenti, risalenti ad oltre 40.000 anni fa. Comprende anche l’isolotto di Vivara, oggi riserva protetta, a cui è collegata mediante un piccolo ponte.

Commenti

commenti