Il rammarico più grande di questo mio viaggio alla scoperta del Vietnam è stato quello di non essere riuscito a visitare Hanoi, la grande e caotica capitale del paese, come avrei voluto a causa del poco tempo a disposizione.

Purtroppo la maggior parte dei monumenti di Hanoi chiudono già intorno alle 15 ed io, di ritorno dalla crociera nella baia di Ha Long, ho avuto a disposizione solo un pomeriggio per assaporarne l’atmosfera. L’errore che fanno in tanti è di considerare Hanoi solo una meta di passaggio per una escursione nel nord, verso Sapa, o ad Ha Long ed invece, pur non avendo moltissimo da offrire, è una città interessante da scoprire, con una storia millenaria alle spalle.

Hanoi è una città che mi ha colpito ed entusiasmato nonostante il caos che regna sovrano e nonostante il rischio di essere investito ad ogni attraversamento stradale. Una città che regala scorci di vita dietro ogni angolo, ad ogni incrocio, in ogni vicolo.

5 suggerimenti per attraversare la strada (incolumi) in Vietnam!

Tra le cose da vedere o da fare, c’è sicuramente una passeggiata nella Città Vecchia, perdersi tra i suoi vicoli è il modo migliore per visitarla. Un intricato reticolo di vie piene di botteghe in cui si praticano arti e mestieri antichi, con persone che vendono qualsiasi tipo di merce lungo la strada. Tra questi antichi edifici dall’aspetto affascinante ma piuttosto decadente, se sarete fortunati vedrete spuntare anche un treno, i cui binari corrono esattamente tra le costruzioni in lamiera. Istantanee uniche!

Un monumento che va assolutamente visitato ma che io non ho avuto tempo di vedere è il Mausoleo di Ho Chi Minh. Mausolei dedicati al presidente vietnamita sono sparsi un po’ per tutto il paese ma ad Hanoi è conservata proprio la sua salma. Si può visitare rispettando alcune regole come: il divieto di parlare, di scattare fotografie o girare video e, addirittura, di tenere le mani in tasca. L’ingresso al mausoleo è consentito solo di mattina ed è a pagamento.

Numerosi i laghi sparsi per Hanoi che, insieme ai tanti parchi ben curati, contribuiscono a renderla una città molto gradevole nonostante il caos. In pieno centro si trova il tempio Ngoc Son che si affaccia sul Lago Hoan Kiem e che è collegato alla terraferma da un piccolo ponte in legno di colore rosso.

Degno di nota, poi, è anche il Tempio della Letteratura, costruito nel 1070 per volere dell’imperatore Ly Thanh Tong in onore di Confucio, costituisce un raro esempio di architettura tradizionale vietnamita. La sua importanza è legata al fatto che nel 1076 divenne sede della prima università del Vietnam che istruiva i figli dei mandarini, rimanendo tale fino al 1802, quando si decise di trasferire l’Università Nazionale ad Hué, la nuova capitale.

Da vedere anche la Cattedrale di Hanoi dedicata a San Giuseppe, costruita dai francesi nel 1886, con un chiaro richiamo alla Cattedrale di Notre Dame de Paris.

Attrazione turistica ma molto gettonata è quella dello spettacolo delle marionette sull’acqua, un adattamento moderno degli spettacoli tradizionali dell’XI° secolo.

Se avete voglia di una carica di adrenalina, poi, salite su uno dei tanti risciò e fatevi trasportare in giro per la città…pregando di non lasciarci le penne!!! P.S. ricordate di contrattare sul prezzo della corsa!

Hanoi è celebre anche per la sua vita notturna. Una vita notturna che, in realtà, inzia al calar del sole e si conclude già intorno a mezzanotte. Niente a che vedere con le ore piccole europee. Nonostante ciò, la vivacità delle strade quando scende il buio è qualcosa di inspiegabile e assolutamente divertente ed entusiasmante!

Una cosa che vi suggerisco di fare nella notte di Hanoi, oltre ad entrare ed uscire dai tanti nightclub del centro storico, è quella di sedervi per strada, dinanzi ad uno dei tanti piccoli bar, e sorseggiare una buona birra in compagnia dei vietnamiti. È un’esperienza vera, che ricorderete per sempre!

INFO UTILI: da Hanoi partono tutti i tour per vivere l’esperienza di una crociera nella baia di Ha Long, basterà rivolgervi ad una delle tante agenzie operanti sul territorio come Indochina Voyages.

Alla fine posso dire che non essendo riuscito a visitare Hanoi come avrei voluto, avrò la scusa per tornarci al più presto!

Commenti

commenti